Verità ... o inganno reciproco

COSTUME
Salussola Arro 5 aprile 2014 - Verità ... o inganno reciproco. Narra la leggenda che, nel paese di Arro, un tempo abitassero due donne, parenti tra di loro due brave persone, grandi lavoratrici, cordiali con tutti, insomma, le buone
madri di famiglia da additare a modello. Tra di loro era stato sancito un singolare accordo: di non interferire in affari altrui, semplicemente fissandosi negli occhi compiacenti e, (forse mendaci). La fiaba si svolgeva con entrambi i relativi coniugi allora ancora viventi. Successe soltanto una volta un'avvenimento delicatissimo nel quale dettare prova della loro solidarietà/inganno quando ... la suocera rivolgendosi alla nuora, pose questa domanda: ho sentito voci ... certamente malevoli, che tu hai una relazione extra coniugale con un altro uomo, ma ... certamente conoscendoti non è una notizia veritiera, mi puoi rispondere ?. Certo rispose la nuora, rivolgendosi alla sua interlocutrice (la suocera) con rispettosa affabilità disse ... Ho il massimo rispetto per mio marito (vostro figlio) e, non mi è venuto e, nemmeno mi verrà in futuro, il desiderio di tradirlo ...  giammai. Quindi rivolgendosi alla suocera, dandole del Voi, pose la stessa domanda: dicono di Voi, ma io non credo ci mancherebbe (sempre dalle stesse emittenti) che avete una relazione con un altro uomo (non vostro marito): la suocera dette la stessa risposta della nuora, negando esplicitamente. Forse avevano mentito entrambi chissà ?. Ma il mistero è rimasto ... per tutti noi.

piero orecchia/arro