Salussola ha inaugurato una via alla memoria di don Aldo Garella

CRONACA - PARROCCHIA
Salussola 24 giugno 2018 - Salussola ha inaugurato una via alla memoria di don Aldo Garella. _ Insieme a don Lodovico abbiamo voluto intitolare questa via  a don Aldo Garella, perché ha fatto del bene per Salussola.
Nonostante le problematiche e i disagi che ha comportato la revisione della toponomastica, il nome di questa via rimarrà di imperituro ricordo  sia per i presenti che per le generazioni future. La struttura da lui creata, ha lasciato e lascerà a tutti quelli, abbienti o meno, un segno, perché lui non mandava via nessuno, anche chi aveva meno possibilità economiche, e il Comune di Salussola non può che essergli riconoscente ed essere presente nei bisogni di questo luogo _ . Queste, all'incirca, sono state le parole che il sindaco Carlo Cabrio ha voluto esprimere, ieri sabato 23 giugno, in presenza dello scoprimento della targa e dell'inaugurazione della via dedicata a don Aldo Garella. Ieri, proprio in quello che sarebbe stato il suo 80mo di compleanno, essendo nato il 23 giugno 1934, la struttura albergo La Taruzza, la comunità militare, civile e religiosa di Salussola, il coro Nelson Sella, e tutti gli amici e i conoscenti, hanno ricordato don Aldo, prima con una Messa, e poi inaugurando la via a lui intitolata. La numerosa partecipazione, è stato il più grande esempio di stima e riconoscenza che la gente aveva nei suoi confronti. E' stato don Giuseppe Donna che ha presieduto la santa Messa, affiancato da don Lodovico De Bernardi, don Fulvio Dettoma e dall'ospite di colore don Germano, e tra la gente c'era anche don Renato Bertolla, amico da sempre di don Aldo. _ Ho trascorso 25 anni della mia vita, qui a La Taruzza, e ogni volta che prendevo l'auto mi diceva: Beppe ricordati degli Angeli _. Quando venne a conoscenza della vendita del cascinale collinare La Taruzza l'acquistò, le diede vita e la governò, insieme alle " Tre Caravelle ", come le ha simpaticamente chiamate don Giuseppe, Rosy, Guglielmina, e Ada. _ Don Aldo sarebbe stato contento di questa via dedicata al suo nome _ ha proseguito don Giuseppe. La cerimonia è proseguita, presso la targa indicativa della via, con un canto della corale canonico Nelson Sella, le brevi parole del sindaco, e il ricordo di tanti bei momenti di vita con don Renato Bertolla, ora parroco di Miagliano e Sagliano. Dopo la benedizione e lo scoprimento della targa, madrine le nipoti Maria Grazia ed Antonella, un lauto rinfresco ha atteso i molti convenuti presso i cortili della struttura albergo La Taruzza.

blogger
claudio.circolari[at]salussola.net